+39 090 9880035 info@leisoleditalia.com
+39 090 9880035 info@leisoleditalia.com

Trekking Madonie

0
Prezzo
A partire da€895
Prenota Ora
Invia una Richiesta
Nome e Cognome*
Indirizzo Email*
Chiedi Informazioni*
* Accetto i Termini di Servizio e l'Informativa sulla Privacy.
Accetta tutti i termini e le condizioni prima di procedere al passaggio successivo
23 Luglio 2022
Camera 1 :
Camera 1 :
* Per favore compila tutti i campi obbligatori per procedere al prossimo step.

Prenota

Salva Tra i Preferiti

Adding item to wishlist requires an account

173

Perchè Scegliere Noi?

  • Specializzati in tour sulle isole
  • Assistenza completa fino a fine tour
  • Pensiamo a tutti i dettagli
  • Siamo Isolani

Hai Bisogno di Info?

Non esitare a contattarci, siamo a tua completa disposizione per organizzare il prossimo viaggio.

+39 090 9880035

info@leisoleditalia.com

Trekking Madonie

  • Luglio-Agosto 2022
  • Max People : 16
  • 8 Giorni - 7 Notti

“Trekking Madonie” è il nostro tour nel parco delle Madonie per l’estate 2022. Numerosi itinerari percorrono questi monti che dominano Cefalù e Palermo, e numerosi sono i borghi delle Madonie che sarà possibile visitare.

La base del tour sarà Castelbuono e da qui ci si sposterà ogni giorno per le escursioni sui sentieri del parco, nel frattempo non mancherà occasione per fare visita ad alcune eccellenze locali come il Centro Astronomico di Isnello e ancora pastori e piccoli produttori di manna.

Il tour “Trekking Madonie” si svolgerà nelle date:

IN 23 OUT 30 luglio                         € 895,00

Le tariffe riportate sopra si intendono valide per persona in camera doppia

Supplemento singola € 20,00 al giorno
Sconto in terzo letto 10% su quota hotel

N.B. il tour sarà confermato al raggiungimento di 15 partecipanti

Se le date proposte per il Trekking sulle Madonie per la prossima estate 2022, non corrispondono alle vostre esigenze, potete chiedere un pacchetto su misura e iniziare a organizzare la vostra “vacanza in Sicilia”

La Quota Comprende

  • Trasferimento unico per tutto il gruppo con bus privato dall’aeroporto di Palermo Punta Raisi a Castelbuono
  • Trasferimenti con bus privato per il raggiungimento dei percorsi e le visite come da programma
  • Sistemazione in trattamento di mezza pensione c/o Hotel*** a Castelbuono
  • Bevande ai pasti (1/4 di vino a ½ acqua)
  • 5 pranzi a sacco (nei giorni 2, 3, 4, 5, 6)
  • Guida ambientale escursionistica durante i trekking come da programma
  • Guida turistica durante la visita di Cefalù e di Petralia
  • Sistemazione in trattamento di pernottamento e prima colazione c/o Hotel*** a Palermo
  • Una cena tipica a Palermo (inclusi ¼ di vino e ½ acqua)
  • Trasferimento unico per tutto il gruppo con bus privato da Palermo all’aeroporto di Punta Raisi

La Quota Non Comprende

  • Tassa di soggiorno da pagare in loco a Castelbuono e Palermo
  • Guida turistica durante la visita di Palermo
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce la quota comprende
"Trekking Madonie" Cosa Fare

Escursioni sui sentieri del Parco delle Madonie a due passi da alcuni dei borghi più belli di Sicilia e d’Italia. Boschi caratterizzati dalla presenza di importanti endemismi (su tutti l’Abies Nebrodensis) e cime che regalano panorami unici come il Pizzo Carbonara, che con i suoi 1.979 metri è la seconda vetta più alta della Sicilia dopo l’Etna.

Highlights:

  • Trekking sul Pizzo Carbonara
  • Incontro con piccoli produttori
  • Visita al Centro Gal Hassin
  • Escursioni nel Parco e visita dei Borghi delle Madonie
Foto
Itinerario Completo

Giorno 1Arrivo a Castelbuono

Arrivo a Palermo. Trasferimento in hotel e sistemazione nelle camere. Tempo libero da dedicare alla scoperta dell’affascinante borgo di Castelbuono. Cena e pernottamento in hotel.

Giorno 2Piano Cervi

Colazione.  Lungo le pendici di Cozzo Piombino, tra faggi, aceri montani, roverelle e agrifogli, si giunge a una grande depressione carsica che regala un sorprendente paesaggio alpestre. Qui, a Piano Cervi, il verde della vivissima radura che circonda il piccolo specchio d’acqua stagionale è ornato dalla presenza di una folta faggeta che dà rifugio a molte specie animali, come daini, volpi, rapaci, che non di rado si possono osservare nel loro ambiente. Da qui si intraprende un anello che, lungo la faggeta, conduce ad un tipico pagliaio che colora di tradizione il cammino. Dalle pendici di Monte dei Cervi si ammirano gli spazi naturali, i potenti panorami che la grande catena montuosa sa offrire. È possibile avvistare poiane, gheppi e falchi pellegrini su questo grandioso paesaggio aperto sulle più alte vette delle Madonie. Lungo il rientro, concluso l’anello, Piano Cervi accoglie nuovamente gli escursionisti per ricondurli, con una diversa illuminazione e nuove prospettive, verso il punto di arrivo. Rientro a Castelbuono, cena e pernottamento in albergo.

Lunghezza: 12 km – Dislivello totale: 450 m – Difficoltà: T/E

Giorno 3Agrifogli giganti e estrazione della manna

Colazione. Dal vicino Castelbuono si raggiunge in poco tempo l’attacco del sentiero che conduce ad una delle escursioni più rappresentative dell’intera area delle basse Madonie. Da Piano Pomo, superato un tipico pagliaio forestale, si giunge al bosco degli agrifogli giganti: comuni agrifogli che, grazie al particolarissimo microclima della valle, raggiungono dimensioni eccezionali, uniche al mondo, e offrono al visitatore un paesaggio incantato all’ombra di questi veri monumenti della natura.

Trasferimento nei frassineti di uno degli ultimi produttori di manna, preziosa linfa del frassino dalle numerose proprietà che viene ancora raccolta ogni estate nelle campagne attorno a Castelbuono. Questa tradizione ormai scomparsa dal resto dell’Italia meridionale, dove fu introdotta sin dalle dominazioni arabe, sopravvive qui grazie all’impegno di alcuni appassionati.

Dopo una breve risalita tra i frassini si raggiunge il campo di Mario Cicero, giovane custode delle tradizioni legate alla manna, che spiega e mostra le diverse tecniche di estrazione e di raccolta. Fra spunti storici ed aneddoti, ne illustra i vari usi in medicina naturale, in cosmesi ed in pasticceria.

Durante la visita è possibile assaggiare la manna raccolta sul campo da Mario. Rientro in paese, cena e pernottamento in albergo.

Lunghezza: 4 km – Dislivello: 300 m – Difficoltà: T

Giorno 4Sentiero dell’Abies nebrodensis

Colazione. “Arvulu cruci cruci”. È così che i locali chiamano l’abete delle Madonie (Abies nebrodensis), endemismo puntiforme del Vallone degli Angeli. Il sentiero consente di ammirare alcuni degli ultimi trenta esemplari spontanei di abete delle Madonie, immergendosi nella sua antica storia e nelle sue attuali difficoltà per resistere in un clima sempre meno ospitale alla sua natura.

Il sentiero si snoda all’ombra del maestoso anfiteatro naturale della Quacella, chilometrica formazione dolomitica che domina tutto il territorio e incanta con la sua imponenza e i suoi colori. Colori della famosa dolomia che arricchisce l’enorme varietà di ambienti che il Parco delle Madonie sa offrire. Rientro in paese, cena e pernottamento in albergo.

Lunghezza: 8,5 km – Dislivello 450 m – Difficoltà: E

Giorno 5Cefalù

Colazione. Giornata dedicata al borgo marinaro di Cefalù, la sua storia antica, le sue bellezze monumentali, i suoi spunti naturalistici e le sue attrazioni estive. Urban trekking in compagnia di una guida locale che ci condurrà tra i vicoli e gli scorci più caratteristici e tempo libero per un eventuale tuffo in mare, una visita alla famosa Cattedrale o una salita sulla famosa Rocca da cui di domina tutta la baia. Rientro a Castelbuono, cena e pernottamento in albergo.

Giorno 6Pizzo Carbonara e Petralia Soprana

Colazione. Il grande massiccio carbonatico del Carbonara, la montagna più alta della Sicilia dopo il vulcano Etna. Si affronta l’ascesa tra sparuti boschetti di faggi e doline anticamente utilizzate come neviere, in un ambiente sorprendentemente aspro, ma altrettanto sorprendentemente affascinante. Le doline onnipresenti, i rapaci in cielo e gli endemismi al suolo sono di compagnia alla salita che conduce sulla vetta delle Madonie: Pizzo Carbonara, 1979 m s.l.m., la vetta più alta della Sicilia dopo il vulcano Etna. Da qui si può spingere lo sguardo fin dove non si crederebbe possibile: dall’Etna ai Monti Sicani, dalle isole Eolie alle lontanissime rocche che si stagliano nelle aree centro-meridionali dell’isola. Un brulicare di vita animale e vegetale in un paesaggio che, a primo e superficiale sguardo, potrebbe apparire brullo. Il Carbonara è estremo, ma è solo uno degli estremi in questa enorme varietà di offerta naturale e paesaggistica che contraddistingue l’isola tutta.

Trasferimento nel borgo di Petralia Soprana, eletto Borgo dei Borghi 2018. Tempo libero per visitare il paese, gustarne i dolci sapori e esplorare i suoi vicoli che portano ancora i segni di un passato ricchissimo e di un presente all’insegna della forte vocazione turistico-culturale. Rientro a Castelbuono, cena e pernottamento in albergo.

Lunghezza: 8 km – Dislivello: 420 m – Difficoltà: E

Giorno 7Palermo

Colazione. Check-out. Trasferimento con bus privato per Palermo. Sistemazione in hotel. Check-in. Tempo libero per visitare autonomamente la città, visitare i tipici mercati cittadini e assaporare gli “street food palermitani”. Cena in tipico ristorante e pernottamento.

Giorno 8Partenza

Colazione. Check-out. Trasferimento unico per tutto il gruppo all’aeroporto di Palermo Punta Raisi. Fine dei nostri servizi.

Mappa